SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA PER LA BASILICATA

  

Compito primario della Soprintendenza  archivistica per la Basilicata è l'esercizio della  vigilanza sugli archivi degli enti pubblici e su quelli privati dichiarati di notevole interesse storico conservati nel territorio regionale. La Soprintendenza archivistica svolge altresì attività di tutela dei documenti che si trovino fuori delle loro sedi istituzionali nonché di promozione e valorizzazione del patrimonio documentale regionale  coordinandosi con la Regione, gli altri enti territoriali e tutti i soggetti, pubblici e privati, a ciò interessati.

Tra i compiti propri della funzione di tutela si segnalano, inoltre: il censimento degli archivi non statali, le proposte  di "dichiarazioni di interesse storico particolarmente importante"  nei riguardi degli archivi di proprietà privata, le ispezioni, la concessione dei nulla osta per lo scarto degli archivi di enti pubblici e di quelli privati dichiarati di notevole interesse storico, l'intervento in caso di inadempienze degli obblighi stabiliti dalla legge, il parere sulle richieste di deposito volontario nel competente Archivio di Stato, la trasmissione delle richieste di consultazione di documenti agli enti e ai privati, il recupero di archivi e singoli documenti dello Stato che si trovino fuori degli Archivi di Stato, l'attività didattica e promozionale nonché di ricerca scientifica 

A seguito dell'intesa stipulata tra il Ministero per i beni e le attività culturali e la Conferenza episcopale italiana, la Soprintendenza archivistica per la Basilicata  collabora anche con le istituzioni ecclesiastiche per la tutela e la salvaguardia dei loro archivi.

 

NEWS

MATERA  DALLA MEMORIA PER UNA NUOVA STORIA 

 

IL POLO ARCHIVISTICO PER UNA COMUNITA' DEL DOMANI

Evento inserito tra le proposte culturali più rilevanti programmate per il periodo di EXPO 2015

VeryBello 

Very Bello 


Sede dell'evento  Matera, Ex Ospedale di S.Rocco, Piazza S.Giovanni Battista  
  Matera Ospedale San Rocco 
    

Periodo

 

Dal 27 Giugno al primo Agosto 2015

 
    
Enti organizzatori  
  • Soprintendendenza archivistica per la Basilicata

  • Comune di Matera

  • Provincia di Matera

  • A.L.S.I.A

  • A.S.L Mt

  • Camera di Commercio di Matera

  • Consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto

  •  
        

    Presentazione

     

    La mostra intende promuovere il progetto del Polo archivistico territoriale materano, configurato come Centro interdisciplinare di documentazione informatizzato e multimediale, attraverso l'esposizione di una selezione di documenti - conservati negli archivi storici dei sei enti locali che hanno aderito al progetto - che illustrano aspetti e momenti più significativi della storia più recente di Matera, Capitale europea della Cultura per l'anno 2019, e del suo territorio. Nel percorso espositivo particolare rilievo assumono le vicende legate al recupero di alcuni tra gli archivi storici degli enti aderenti all'iniziativa e la presentazione del progetto che si propone, nella logica del fare sistema, come soluzione alternativa ai problemi di conservazione, gestione e fruizione del patrimonio documentale non statale. Soluzione in grado di generare notevoli economie di scala e di promuovere esperienze innovative in tema di condivisione della memoria.

     
        
    Documenti che saranno esposti nelle mostra Matera Libro dei Privilegi  Elaiopolio Ferrandina   
      

    Figura 1- Archivio Storico del Comune di Matera, Libro dei privilegi concessi alla città di Matera dall'anno 1345

    Figura 2- Archivio Storico dell'Ente Riforma Fondiaria, conservato dall'ALSIA (Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione in Agricoltura), Progetto per la costruzione dell'Elaiopolio di Ferrandina, Planimetria dello Stabilimento, Anno 1960